⚽ ultime notizie dal mondo della Nazionale


MISSION
CHI SIAMO
MISSION
CHI SIAMO
HOMEPAGE
JUVENTUS
INTER
MILAN
FIORENTINA
NAPOLI
ROMA
LAZIO
TORINO
PALERMO
GENOA
SAMPDORIA
BOLOGNA
CAGLIARI
ALTRE A e B
ESTERO

HOMEPAGE

JUVENTUS

INTER

MILAN

FIORENTINA

NAPOLI

ROMA

LAZIO

TORINO

PALERMO

GENOA

SAMPDORIA

BOLOGNA

CAGLIARI

ALTRE A e B

ESTERO

  



Nazionale italiana

Euro Under 21: è un’Italia diesel, ma è buona la prima. Danimarca ko


Pellegrini e Petagna firmano il 2-0 nella ripresa, azzurrini con ampi margini di miglioramento.





Basta un tempo all’Italia Under 21 per regolare la Danimarca e cominciare con il piede giusto l’avventura a Euro 2017.

Il fatto che il tempo in questione sia il secondo non è un dettaglio, né in fondo una cosa negativa: al netto infatti di 45’ davvero sconfortanti sul piano del gioco e della personalità al cospetto di un avversario cui è bastato difendersi con ordine per non rischiare praticamente nulla, l’ottima ripresa disputata dalla squadra di Di Biagio (foto: forzaroma.info) permette al ct di cogliere indicazioni positive, dalla pazienza mostrata dai ragazzi, alla validità delle soluzioni alternative fino alla buona condizione atletica generale.

La prima gara di un girone è sempre la più importante e allora ecco la partenza che permette agli azzurrini di appaiarsi alla Germania, che ha regolato con lo stesso punteggio la Repubblica Ceca di Schick. Mercoledì a Tyche sfida ai cechi, fondamentale per poi giocarsi il primo posto, l’unico che dà l’accesso diretto alla semifinale, contro i tedeschi.

Certo, non è tutto oro quello che luccica, ma per il momento può, e deve, bastare: da un Bernardeschi spesso fuori partita a un Gagliardini timido da regista fino a un Petagna croce e delizia, c’è molto da migliorare.

Emblematica la prova dell’atalantino, inguardabile per 60’, tra stop elementari sbagliati e una generale sensazione di inadeguatezza e poi iradiddio nel finale, tra gol mancati al termine di esaltanti azioni personali e il punto del 2-0 segnato da bomber vero su cross di Chiesa, subentrante fondamentale al posto di un Berardi cresciuto alla distanza, ma non ancora al top.

A differenza del compagno di squadra al Sassuolo, e forse in futuro alla Roma, Pellegrini, la cui rovesciata ad inizio ripresa è il chiaro segnale delle qualità del ragazzo e basta per scacciare le nubi di un’Italia che dopo 45’ a ritmi bassissimi e con poche idee, decide finalmente di giocare.

Tra i due gol serve anche il marchio di Donnarumma, che si distende sul tentativo di Holsjager, dando un senso a una serata che lo ha visto protagonista indiretto per la clamorosa contestazione dei tifosi italiani a Cracovia, tra striscioni ironici e il lancio in campo di banconote finte. Meditate, gente, meditate...

Seguite tutte le notizie di calcio e calciomercato live ogni giorno su Facebook, iscrivendovi al nostro gruppo Calcio e Calciomercato News: Cliccate Qui

Davide Martini

Pubblicato: 18-06-2017









 Link pagine: 0 - 1 - 2 -


Magazine on-line
CALCIO-MERCATO.ORG

Mail: calciomercato.org@gmail.com

Privacy
Cookies



Powered by MMS - © 2016 EUROTEAM